Rovine romane (secolo IV d.C.)
 


Nel 1980, durantei lavori per la costruzione dell'Auditorium, vennero alla luce importanti resti di antiche vestigia.
Questi reperti archeologici sono stati studiati, assieme ad altri provenienti dalla città di Reggio, nella mostra "Lepido Regio" tenutasi presso il Museo Civico di Reggio Emilia nel 1996; l'archeologo Luigi Mainati scrive:"...lo scavo archeologico (del Credito Emiliano n.d.r.) ha interessato una vasta area... può essere considerato il primo sacvo stratigrafico in Reggio Emilia dai tempi di Gaetano Chierici e comunque il primo che ha raggiunto con certezza i livelli di fondazione di Regium Lepidi...".
I resti più antichi risalgono al 175 a.C., con successiva trasformazione in una fornace (fine II° secolo a.C.), che produceva prevalentemente ceramiche a vernice nera.