Felice Boselli
Piacenza 1650 - Parma 1732
Pesci e frutti di mare, 1680 circa
olio su tela, cm 128 x 168


Pittura di carattere o meglio pittura di nerbo, riteniamo quella della grande "Vetrina di magro" del Credito Emiliano, per noi uno dei primi e pił importanti saggi di fauna ittica intrapresi dal Boselli ancora trentenne (1680 circa) il quale vi consegue effetti eccellenti tesi a valorizzare, pił dell'assieme, ogni singolo oggetto...
L'impaginazione su tre piani a scalare manifesta tutta l'arcaicitą di questo quadro, ideato nel disprezzo dello ordine ma tuttavia doviziosamente saturo di temperamento ed in grado di anticipare pezzi che diventeranno classici del suo repertorio, quali la sporta di cannarella dalla galletta nel manico, la rossa grancevola e la ciotola di ceramica, qui decorata a sottolineare meglio l'entitą del suo impegno.

Gianluca e Ulisse Bocchi - Naturaliter - pag. 310, foto 379.