Giovan Francesco Barbieri detto "Il Guercino"
Cento 1591 - 1666
Sibilla Cimmeria, 1638
olio su tela, cm 130 x 99


fuor di dubbio prova del tardo periodo del Guercino, di quella prima fase di sperimentazione dello stile "classico" che il maestro aveva infine accolto dagli ultimi esempi del Reni, cui era succeduto nel primato bolognese della pittura. Il colorito potente, intenso e la ampia fattura, cedono piano il passo ad una gamma cromatica pi pallida e ad un tipo di fattura pi delicato, sempre con oscillazioni verso la prima maniera robusta e burrascosa.

La Sibilla Cimmeria dimostra infatti indizi di una maggiore squisitezza del colore, ancora tanto intriso da quel potente tenebrismo del fondo che contribuisce a meglio evidenziare i bordi della manica serica e le carni pallidissime della donna. Il paesaggio sul fondo una ripetizione da soggetti giovanili.

Il disegno preparatorio conservato al Metropolitan Museum of art di New York.