Ippolito Scarsella detto "Lo Scarsellino"
Ferrara 1550 - 1620
Visitazione, 1590-95 circa
olio su tela, cm 70 x 80


Il sacerdote Zaccaria sta sulla soglia di casa e l'anziana moglie Elisabetta abbraccia Maria, mentre Giuseppe porta un sacco sulle spalle e dietro compare l'asino.

Scrive Maria Angela Novelli: "è opera certa e di bella qualità del celebre pittore Ippolito Scarsella..., ultimo interprete della grande stagione dell'arte estense. ...I caratteri stilistici suggeriscono, tuttavia, di collocare l'opera non oltre lo scadere del Cinquecento".

Bibliografia: "Lo Scarsellino", Milano 1964, pag. 37, n.123.
La testa della Madonna è molto simile alla testa di S. Caterina che compare nel dipinto del Louvre - Paris "Matrimonio mistico di S. Caterina", (foto 6/a, cat. 128). Il tema della "Visitazione" fu molto amato dal pittore: due tele a Ferrara (chiesa della Madonnina e coll. Baldi), un'opera a Roma (Musei Vaticani) oltre a questa.

Tratto dal Vangelo secondo Luca 1,39-56.
Elisabetta (parente di Maria) anziana e senza figli, era rimasta incinta, come le aveva annunciato L'Angelo Gabriele. Maria s'incamminò, superò il monte e giunse da Elisabetta che le disse: "Benedetta sei tu fra le donne e benedetto è il frutto del tuo ventre ..."