CREDEM ADERISCE AL FONDO DI SOLIDARIETÀ

ACQUISTO PRIMA CASA ADIBITA AD ABITAZIONE PRINCIPALE

Credem, con la volontà di agevolare le famiglie nel pagamento dei mutui, aderisce al Fondo di Solidarietà promosso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e operativo da lunedì 15 novembre 2010..

Come funziona la sospensione.

Il Fondo consente al cliente di richiedere la sospensione, per un periodo massimo di 18 mesi, del pagamento delle rate del mutuo.
L’accoglimento della richiesta di sospensione da parte del Fondo permetterà al cliente di ottenere il rimborso della quota parte di interessi - determinata dall'applicazione del solo parametro (senza lo spread) di indicizzazione del finanziamento IRS/Euribor (ad esempio per un mutuo a tasso variabile erogato a Euribor + 1,20% il tasso di interesse sul periodo di sospensione sarà pari solo all’ 1,20%). Tali interessi verranno pagati alla ripresa del piano di ammortamento e saranno distribuiti, in quote uguali, sulle rate residue del finanziamento.
La sospensione determinerà l'allungamento della durata del piano di ammortamento originario, per un numero di rate pari al numero delle rate oggetto di sospensione. Al mutuo non sarà applicato alcun costo aggiuntivo né interessi di mora.


Chi può beneficiare dell'iniziativa.

Per poter accedere alle agevolazioni del Fondo i clienti dovranno essere:

  • proprietari dell’immobile ( (sito nel territorio nazionale) oggetto del mutuo;
  • titolari di un mutuo, in ammortamento da almeno un anno, e, pertanto, l’ammissione al Fondo è concessa qualora il mutuatario alla data di presentazione della domanda non stia beneficiando di altre misure di sospensione (es. Piano Famiglie);
  • in possesso di un indicatore ISEE del nucleo familiare non superiore a 30.000€.

Inoltre l'immobile dovrà:

  • presentare caratteristiche di abitazione non di lusso;
  • costituire l'abitazione principale del mutuatario.

L'ammissione al Fondo è subordinata al verificarsi di almeno uno dei seguenti eventi successivi alla data di stipula del contratto di mutuo:

  • perdita del posto di lavoro dipendente a tempo indeterminato o termine del contratto di lavoro parasubrodinato o assimilato, con assenza di un nuovo rapporto di lavoro da almeno tre mesi;;
  • morte o insorgenza di condizioni di non autosufficienza (handicap grave) di uno dei mutuatari, ai sensi dell’articolo 3, comma 3, delle legge del 5 febbraio 1992, n.104, o per invalidità civile non inferiore all’80%;

Modalità di adesione.

Sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze (www.dt.tesoro.it/it/doc_hp/fondomutuipc.html) i clienti interessati potranno trovare tutte le informazioni sul Fondo di Solidarietà nonché il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà, da consegnare compilato alla propria filiale unitamente alla documentazione specifica richiesta.


Avviso importante: messaggio pubblicitario con finalità promozionale. La presente guida è redatta allo scopo di illustrare i mutui casa Credem. La concessione del mutuo è soggetta all'approvazione insindacabile della Banca. I tassi di interesse e le altre condizioni contrattuali realative a ciascuna tipologia di mutuo sono rilevabili dai fogli informativi e dal prospetto mutui ipotecari per acquisto abitazione principale a disposizione presso le filiali e sul sito www.credem.it.  La presente guida non ha natura precontrattuale e/o contrattuale e pertanto, non impegna in alcun modo la Banca. Spetta all'esclusiva ed autonoma valutazione e decisione del cliente ogni conclusione in merito al prodotto, fermo restando la riserva di approvazione da parte della banca sulla base dell'esame del merito creditizio riconducibile allo stesso.

 Possiamo aiutarti?

 
 
© 2009 Gruppo Bancario Credito Emiliano - Credem | P.IVA CredemBanca: 00766790356