UNA MOSTRA UNDERGROUND:

Con la mostra Regium Lepidi Underground. Via Emilia San Pietro 6, Credem apre le porte dell’unico sito archeologico visitabile a Reggio Emilia, custodito nella sua sede centrale, Palazzo Spalletti Trivelli. L’esposizione completa il percorso delle mostre che celebrano i 2200 anni di costruzione della via Emilia in città, On the Road. Via Emilia 187 a.C. – 2017, presso i Musei Civici e Ego Sum Via. Via Aemilia. Via Christi al Museo Diocesano.

Il titolo della mostra è un invito a scendere “underground”, sotto terra, per ammirare il cuore della Reggio Emilia romana, allora chiamata Regium Lepidi. Ad una profondità di tre metri e mezzo sotto il livello della Via Emilia attuale, infatti, si conservano le rovine dell’area del Foro romano, databili dal II secolo a. C. al IV secolo, dove sono visibili i resti imponenti di un grande edificio pubblico, la Basilica, il tribunale civile della città romana, e di un’altra imponente costruzione, individuata dagli archeologi come parte delle mura di difesa della città o come basamento del tempio cittadino.

I visitatori saranno invitati a scoprire la storia di un intero isolato di Regium Lepidi, da sede produttiva attestata grazie all’esistenza di botteghe di vasai (intorno al 175 a. C.), a zona residenziale con la presenza di domus, abitazioni signorili ornate da eleganti mosaici, nel I sec. a. C. Alla fine del I secolo d. C. l’area venne inclusa nel Foro e si trasformò nel centro nevralgico del potere cittadino, con la costruzione degli edifici pubblici dei quali si vedono ancora le imponenti tracce.

Le vicende del sito archeologico saranno approfondite grazie alla presenza di reperti ritrovati durante lo scavo, effettato tra il 1980 e il 1983, che per la prima volta ritornano nel luogo dove furono rinvenuti. Oltre a queste opere saranno esposti anche alcuni pannelli con eleganti pavimenti a mosaico provenienti dallo scavo condotto nel 1958 nell’area dell’Isolato San Rocco. La varietà delle opere presentate permetterà di approfondire numerosi aspetti legati alle tecniche costruttive d’epoca romana.

L’esposizione è stata inaugurata il 16 gennaio alla presenza di Giorgio Ferrari, Presidente di Credem, Luca Vecchi, Sindaco di Reggio Emilia, Elena Calandra, Direttore Istituto Centrale Archeologia, Luigi Malnati, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio, monsignor Tiziano Ghirelli, Direttore Museo Diocesano di Reggio Emilia – Guastalla, Roberto Macellari, Responsabile Collezioni archeologiche Musei Civici di Reggio Emilia e Odette D’Albo conservatore delle Collezioni d’Arte Credem.

La mostra rientra nel progetto Spazio Credem”, ha dichiarato Giorgio Ferrari, presidente Credem “ideato per estendere la fruizione delle collezioni d’arte della Banca, conservate nella sede di rappresentanza, Palazzo Spalletti Trivelli. Le vestigia di Regium Lepidi arricchiscono gli ambienti dell’Auditorium e del Foyer di Credem e costituiscono un unicum di straordinario fascino. La costante e proficua collaborazione con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, i Musei Civici e il Museo Diocesano ha determinato una sinergia di grande efficacia tra enti pubblici e privati, finalizzata alla valorizzazione del patrimonio culturale cittadino”.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:

Fino al 1 luglio, la mostra sarà visitabile con visite guidate a gruppi senza prenotazione il primo e il terzo sabato di ogni mese,dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30).

Per scuole e gruppi numerosi la prenotazione è obbligatoria, all’indirizzo e-mail: regiumlepidiunderground@credem.it o compilando il form presente in fondo alla pagina.

Ingresso gratuito presso Palazzo Spalletti Trivelli, via Emilia San Pietro 6 42121 Reggio Emilia.

 

Veduta dell’aula absidata, fine III sec. d. C., Credem, foyer.

Ritrovamento del mosaico con stelle a sei punte, esagoni e fiori a sei petali nell’area dell’Isolato San Rocco, 1958.

Mosaico pavimentale con stelle a sei punte, esagoni e fiori a sei petali, I sec. d. C., Reggio Emilia, Musei Civici.

Hai bisogno di informazioni?
Vuoi fissare un appuntamento?
CONTATTACI
Cerchi una filiale?
Campo non valido