COSA CAMBIA PER DEBITORI E CREDITORI.

È il nuovo strumento di incasso europeo che andrà a sostituire l’attuale prodotto RID (ordinario o veloce). Il Sepa Direct Debit (SDD) consente, alle medesime condizioni, la raggiungibilità di tutti i conti bancari nell’area Sepa che ammettono addebito diretto.

Il Sepa Direct Debit è attivato esclusivamente dal Creditore in virtù di un mandato ricevuto dal Debitore. Il mandato è il documento, cartaceo o elettronico, firmato dal debitore e che autorizza il creditore a inviare disposizioni di incasso a valere sul conto corrente del debitore.

Il prodotto prevede due schemi distinti:

Le imprese per inviare disposizioni di incasso SDD sono chiamate ad adeguare i propri sistemi informativi e gestionali per renderli conformi alla normativa Sepa sia in termini di informazioni richieste sia in termini di standard tecnici (messaggistica XML).

La normativa europea prevede il principio della continuità delle autorizzazioni delle deleghe RID già sottoscritte dal debitore le quali potranno essere trasformate in mandati Sepa, conservando la piena validità legale. Per inviare disposizioni d’incasso a valere su deleghe RID esistenti è tuttavia necessario fornire alle banche tutte le informazioni richieste dalla normativa Sepa.

Nella sezione Vademecum per le aziende è possibile trovare tutte le informazioni per poter operare la “conversione” automatica delle vecchie deleghe RID al nuovo sistema Sepa Direct Debit.