Anticipo cassa integrazione

Credem, in adesione alla Convenzione ABI del 30 marzo 2020, ha previsto una nuova soluzione per i lavoratori destinatari dei trattamenti di integrazione al reddito previste dagli articoli dal 19 al 22 del d.l. nr. 18 del 17 marzo 2020.

Chi può richiedere l'anticipazione

L’anticipazione spetta ai lavoratori e alle lavoratrici destinatari/ie del trattamento di integrazione del reddito, che siano dipendenti di datori di lavoro che li abbiano sospeso dal lavoro a zero ore (sia per lavoratori full time che part time) ed abbiano fatto domanda di pagamento diretto da parte dell’INPS del trattamento di integrazione salariale a seguito dell’emergenza Covid-19

Questa tipologia di Anticipazione non ha nessun costo ed è dedicata ai clienti già titolari di un conto corrente con canalizzazione dello stipendio almeno da febbraio 2020 ove l’anticipo non sia già stato erogato direttamente dal datore di lavoro. L’anticipazione è soggetta a valutazione del merito creditizio da parte della Banca.

 

Come individuare l'anticipazione

La tipologia del trattamento è reperibile sulla dichiarazione dell’azienda che ha inoltrato la domanda di cassa integrazione o assegno ordinario per l’emergenza Covid-19 con richiesta di pagamento diretto.

Come funziona

L’anticipo assume la forma tecnica dell’apertura di credito come previsto dalla convenzione ABI. L’importo massimo dell’anticipo è pari a 1.400 euro per la durata massima di 7 mesi. L’importo, parametrato a 9 settimane, può essere ridotto in caso di periodo di sospensione inferiore (sospensione per meno di 9 settimane a zero ore, ovvero lavoro a tempo parziale) - assume la forma tecnica dell’apertura di credito per un importo massimo della durata massima di 7 mesi. La concessione dell’anticipazione è soggetta a valutazione del merito creditizio da parte della banca.

Quanto costa

L’anticipazione ed il conto corrente dedicato sono soluzioni gratuite: non sono previsti costi di attivazione, né tassi di interesse sulle somme accreditate, né commissioni. 

Documenti necessari

Per richiedere l’anticipazione è necessaria la seguente documentazione completa, compilata e debitamente firmata:

  • Anticipazione integrazione salariale ordinario ex Covid-19 (C.I.G.O., F.I.S.): 
    • Allegato A1 - richiesta di anticipazione del trattamento di integrazione salariale ordinario ex Covid-19; 
    • Allegato A2 - richiesta di anticipazione del trattamento di integrazione salariale ordinario ex Covid-19; 
    • Domanda di integrazione salariale ordinario ex Covid-19: Dichiarazione datore di lavoro di avvenuto inoltro della domanda. 

oppure:

  • Anticipazione integrazione salariale in deroga ex Covid-19 (C.I.G.D.): 
    • Allegato B1 - richiesta di anticipazione del trattamento salariale in deroga ex Covid-19; 
    • Allegato B2 - richiesta di anticipazione del trattamento salariale in deroga ex Covid-19; 
    • Domanda di integrazione salariale in deroga ex Covid-19: Dichiarazione datore di lavoro di avvenuto inoltro della domanda. 

nonché:

  • copia fronte e retro del documento di identità in corso di validità; 
  • copia fronte e retro del codice fiscale; 
  • copia del permesso di soggiorno in caso di lavoratore straniero; 
  • copia del mod. SR41 da richiedere all’ azienda (facoltativo).

Scarica la modulistica

Al fine di velocizzare la formalizzazione della richiesta di erogazione dell’anticipo è sufficiente riportare negli allegati A2 e B2 l’IBAN del conto corrente già in essere e dove è già canalizzato lo stipendio. 

La banca, in caso di esito positivo circa la valutazione della richiesta, ti invierà via mail la documentazione contrattuale da restituire firmata e scansionata secondo le modalità che ti verranno dettagliate nella mail di risposta.

Come inoltrare la richiesta

Puoi inviare una e-mail di posta elettronica alla tua filiale Credem o altrimenti puoi inoltrarla direttamente all’indirizzo mail del tuo gestore. La mail dovrà contenere tutta la documentazione prevista e dovrà provenire dall’indirizzo mail verificato ossia l’indirizzo mail che il cliente ha già scelto di utilizzare nelle comunicazioni/notifiche. Per verificare e aggiornare la e-mail è sufficiente accedere al tuo Credem.it.

Puoi sapere qual’è la tua filiale tramite:

  • internet banking: bottone “la mia filiale” (home page>centrato in alto) che riporta i riferimenti del tuo consulente; 
  • estratto conto: in alto a sinistra è esposto il campo “dipendenza” (es. Reggio sede, Brescia ag. 2, ecc.).

Puoi sapere qual'è il tuo IBAN tramite:

  • internet banking: bottone “Coordinate IBAN" accessibile al seguente percorso: click su numero di rapporto di conto corrente, elenco movimenti conto, bottone "Coordinate IBAN" in alto a destra;
  • estratto conto: in alto a sinistra è esposto il campo Coordinate IBAN sulla prima pagina.

Contatta il tuo gestore per concordare come procedere.

Trova la tua filiale
Campo non valido