QUALI SONO I LAVORI DETRAIBILI?

Per il solo anno 2018 spetta un nuovo incentivo, anche in questo caso sotto forma di detrazione IRPEF, che agevola i seguenti lavori su unità immobiliari di tipo abitativo:

  • “Sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unita' immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;

  • Realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili;

  • Sono comprese anche le spese di progettazione e manutenzione connesse all'esecuzione degli interventi sopra indicati.


QUALI LAVORI NON SONO DETRAIBILI?

Non sono agevolabili:

  • Le spese per la manutenzione ordinaria annuale di giardini preesistenti (sia privati che condominiali). E' ammessa invece la manutenzione quando connessa ad un intervento idoneo al bonus, come la sistemazione a verde o la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili;

  • I lavori in economia (effettuato fai da te, dal contribuente) sul proprio giardino o terrazzo.

Nel caso di interventi sia su parti comuni che su parti private, il bonus spetta entrambe le volte, su due distinti limiti di spesa agevolabile di 5 mila Euro ciascuno pertanto il bonus complessivo è di 10 mila euro.


Chi ha diritto all'agevolazione?

Possono beneficiare dell’agevolazione coloro che “possiedono o detengono” l’immobile sul quale sono effettuati i suddetti interventi in base ad un titolo idoneo, quindi:

  • Il proprietario;

  • Il nudo proprietario;

  • Il titolare di diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o diritto di superficie);

  • L’inquilino;

  • Il comodatario.

 

Hanno diritto alla detrazione inoltre, purché sostengano le spese e siano intestatari di bonifici e fatture:

  • Il familiare convivente possessore o detentore dell’immobile oggetto degli interventi (il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado);

  • Il coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge;

  • Il convivente more uxorio non proprietario dell’immobile oggetto degli interventi né titolare di un contratto di comodato.

( Per approfondimenti su gradi parentela, vedi qui).

 

Al fine di beneficiare del bonus, è necessario che le spese incentivate vengano effettuate tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2018.

La detrazione spetta nella misura del 36% delle spese documentate per un ammontare massimo di € 5.000 (quindi la detrazione massima è di € 1.800) ed è ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo nell'anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

I pagamenti devono essere effettuati con strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni (bonifico bancario o postale, carte di credito o di debito, assegni). Tramite Home Banking puoi effettuare un normale bonifico, non di detrazione fiscale, indicando il riferimento alla LEGGE 27 DICEMBRE 2017 N. 205.


La presente informativa contiene indicazioni e riferimenti di carattere generale sugli argomenti trattati, che non sono da considerare esaustive o sufficienti al fine di adottare decisioni di alcun genere. Le informazioni fornite, nei limiti del possibile espresse con linguaggio atecnico e di facile comprensione, non costituiscono in alcun modo consulenza professionale, né in materia fiscale, né di tipo legale. Il Gruppo Credem non può essere ritenuto responsabile per eventuali danni derivanti da decisioni da chiunque adottate, o non adottate, utilizzando le informazioni e le considerazioni riportate nella presente informativa.


Hai bisogno di Informazioni?
Vuoi fissare un appuntamento?
CONTATTACI