A seguito dell’ulteriore evento sismico del 30 ottobre che ha colpito diverse province delle Marche, Abruzzo, Umbria e del Lazio, alcune delle quali avevano già subito il terremoto del 24 agosto, il gruppo Credem, in base al protocollo d’intesa sottoscritto il 26 ottobre 2015 tra ABI, Associazioni dei consumatori e Dipartimento della Protezione Civile, ha aderito all’iniziativa che prevede per tutti i soggetti che abbiano residenza o sede legale e/o operativa in uno dei comuni individuati, una sospensione fino ad un massimo di 12 mesi di mutui ipotecari o chirografari relativi a:

  • edifici distrutti o inagibili;
  • gestione di attività di natura commerciale ed economica.

Credem, stante il momento di difficoltà, ha ritenuto di estendere tale facoltà anche ai possessori di prestiti personali e leasing.

Le richieste, corredate di autocertificazione del danno subito resa ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n.445, potranno essere presentate presso le filiali ed i centri imprese del territorio.

Credem continuerà a mettere a disposizione il precedente plafond precedentemente stanziato per il sisma del 24 agosto, pari a 10 milioni di euro a tassi agevolati al fine di consentire ai propri clienti di ripristinare le strutture danneggiate dal sisma.

Fissa un appuntamento in filiale per maggiori informazioni

Hai bisogno di Informazioni?
Vuoi fissare un appuntamento?
CONTATTACI